Olio di cumino nero per uso canino, uso, studio | acquisto?

Last Updated on

Olio di cumino nero per uso canino, uso, studio | acquisto?

Sommario

COME L’OLIO DI CUMINO DÀ GIOIA AL SUO CANE

Il fatto che l’uso dell’olio di cumino nero per il cane sia diventato molto popolare è dovuto, non da ultimo, a uno studente tedesco. Nel 2014 Alexander Betz, diciottenne, ha partecipato al Concorso Nazionale Bavarese “gioventù ricerca”, dimostrando nel suo lavoro che L’olio di cumino nero può proteggere il cane dalle zecche. Nel frattempo, lo strumento naturale viene utilizzato per risolvere i problemi più disparati dell’amabile quattro zampe. Ma funziona davvero? E in caso affermativo, in che modo? Le risposte a queste e ad altre importanti domande sul tema “olio di cumino nero per cani” sono fornite nel dettaglio qui di seguito.

DAL CAVALLO ALL’UOMO AL CANE

L’idea di Alexander Betz era una specie di coproduzione di coincidenze e attenzioni: Filou, il cane del giovane ricercatore, da un po ‘ di tempo mescola L’olio di cumino nero nel cibo a causa delle sue allergie. Sarebbe prematuro prevedere che anche a questo scopo il denaro sarà utilizzato volentieri e spesso. Ma piu ‘ tardi. Prima di tutto, restiamo con Alexander e Filou.

DAL CAVALLO ALL'UOMO AL CANE

Un tempo il cane era spesso infetto dalle zecche. Le passeggiate nelle aree naturali hanno comportato il rischio di un morso pericoloso per la salute. Dopo un po ‘ di tempo, Alessandro notò che il suo compagno fu improvvisamente risparmiato dalle zecche, e in modo permanente.

Il ginnasio ha esaminato la questione e ha subito ipotizzato che L’astinenza dei piccoli plastificanti potesse avere a che fare con L’olio di cumino nero. Poi Alexander ha iniziato il suo esperimento. Diverse prove hanno dimostrato che le zecche sono costantemente evitate dal sangue arricchito con L’olio. Lo stesso risultato è stato ottenuto dallo studente durante i test con sudore al posto del sangue.

O-Ton di Alexander Betz per il suo eccellente lavoro: “tuttavia, non appena il sangue o il sudore sono stati addizionati di olio di cumino nero, le zecche evitano il prodotto, anche a livelli molto bassi di olio.“

I CONTRIBUTI DEL MEDICO IMMUNOLOGO. PETER SCHLEICHER

L’enorme ipoteca che L’olio di cumino nero ha causato al cane e al suo proprietario è senza dubbio responsabilità di Alexander Betz. Tuttavia, alcuni anni prima del concorso giovanile, un altro bavarese si è assunto il presunto potere curativo del cumino nero: il medico immunologo di Monaco, il dottor med. Peter Schleicher si e ‘ interessato alla pianta dei galli per una ragione insolita. La causa era la malattia asmatica del cavallo da toletta di sua figlia.

I CONTRIBUTI DEL MEDICO IMMUNOLOGO. PETER SCHLEICHER

Il medico ha deliberatamente scelto di non utilizzare la cortisone tradizionale per evitare i gravi effetti collaterali che normalmente si accompagnano a questo medicinale. Così cercò altre soluzioni. Nel frattempo, il dottor Schleicher ha contattato, tra l’altro, amici Arabi della scena internazionale dei cavalli e ha ricevuto aiuto Dall’Egitto. Il Prof. Mohammed Saleh ha raccomandato all’immunologo tedesco di mescolare i semi di cumino nero nella dieta normale del cavallo malato.

Il dottor Schleicher ha messo in atto la proposta e ha avuto successo. Ciò lo ha spinto ad approfondire l’esame delle sostanze attive della pianta. Presto iniziò a usare L’olio di cumino nero anche nella medicina umana. L’ex ministro degli interni, il dottor Friedrich Zimmermann, era il suo paziente più famoso. Come è stato reso pubblico, l’olio di cumino nero ha contribuito in modo significativo ad alleviare i forti attacchi D’asma del politico.

Tutto questo è accaduto negli anni ‘ 90. Da allora, il cumino nero e l’olio di cumino nero non possono più essere esclusi dalla medicina alternativa umana e veterinaria.

ORIGINE E PRODUZIONE DELL’OLIO DI CUMINO NERO

La pianta da cui è ottenuto L’olio di cumino nero si chiama cumino nero o Nigella sativa (botanico). Prospera soprattutto Nell’Asia occidentale, ma anche in India, in Nord Africa e Nell’Europa meridionale. Tenuto conto della denominazione tedesca, non è remota L’ipotesi che il cumino sia un parente del Carvi o del cumino. Eppure la pianta non ha molto a che fare con i suoi due genitori. Mentre fanno parte dei fiorellini, il cumino nero è una pianta di galli.

DALLA SEMINA ALLA SPREMITURA A FREDDO

Nel corso del mese di settembre o di ottobre vengono seminate le piante di cumino nero destinate alla produzione di olio. Dopo la fioritura essi formano capsule di frutta e muoiono gradualmente dal basso verso l’alto. Quando le capsule che ospitano un gran numero di semi diventano Abbronzanti, il raccolto inizia. Si chiede ai mattatoi di tagliare le capsule prima dell’alba per proteggerle dall’umidità della casa mattutina o della nebbia. Le capsule tagliate sono inizialmente disposte su salviette pulite per L’asciugatura notturna, poi schiacciate e riempite in sacchi. Una volta arrivati al frantoio, i semi vengono puliti in modo approfondito. La spremitura a freddo, un processo meccanico che trasforma i semi solidi in olio liquido di cumino nero.

INGREDIENTI ED EFFETTI DELL’OLIO DI CUMINO NERO

L’olio di cumino nero è costituito essenzialmente da acidi grassi insaturi, oli essenziali e preziose vitamine e minerali.

OLI ESSENZIALI NELL’OLIO DI CUMINO NERO PER CANI

Quasi l ‘ 1% dell’olio di cumino nero è costituito da oli essenziali che hanno effetti antiossidanti, disinfettanti e antimicotici. Negli oli essenziali, ad esempio, è presente una quantità molto elevata di Timochinone. Questa sostanza importante può essere tossica in quantità eccessiva. Al contrario, a dosi elevate, come l’olio di cumino nero, è in grado di regolare e limitare i sintomi allergici. Altri componenti degli oli essenziali nell’olio di cumino nero sono p-cimolo, alfa-pinene e metil esteri degli acidi grassi.

Nota: il fatto che L’olio di cumino nero sia adatto al cane è dovuto, non da ultimo, alla percentuale relativamente bassa di oli essenziali. Altri prodotti naturali, come l’olio di Melaleuca alternifolia, non devono essere utilizzati nei Quadripedi, poiché contengono troppi oli essenziali che, in ultima analisi, causano più danni che aiuti all’organismo a causa del loro potenziale allergenico. L’olio di cumino nero è sicuro in questo senso e può quindi essere utilizzato per i cani.

ACIDI GRASSI INSATURI NELL’OLIO DI CUMINO NERO PER IL CANE

La maggior parte degli ingredienti dell’olio di cumino nero copre gli acidi grassi insaturi. Sono coinvolti in quasi tutti i processi metabolici dell ‘organismo e sono quindi essenziali per l’ organismo. Ciò vale sia per i cani che per gli esseri umani. L’evidenziazione è data dal fatto che gli acidi grassi insaturi formano le Prostaglandine. Si tratta di sostanze ormonali che forniscono un sostegno positivo a vari settori, dalle prestazioni cerebrali alle funzioni nervose al sistema immunitario e ormonale. Secondo la società tedesca per L’alimentazione, una buona quantità di acidi grassi insaturi nell’organismo riduce il rischio di malattie coronariche, tra cui L’infarto.

Nota: è stato dimostrato che gli allergici sono affetti da un difetto enzimatico che inibisce la formazione di alcune Prostaglandine. I pazienti devono assumere un livello più elevato di acidi grassi insaturi per compensare la carenza. Grazie alla sua composizione complessa, L’olio di cumino nero è una buona soluzione per cani e uomini. Agisce in modo mirato contro l ‘ eccessiva attività del sistema immunitario.

VITAMINE E MINERALI NELL’OLIO DI CUMINO NERO PER CANI

Le numerose Vitamine e minerali presenti nel liquido di cumino nero influenzano le diverse parti del corpo del cane.

 

La Beta-Carotina o la provitamina A favoriscono la salute del sistema immunitario, delle cellule, degli occhi e del pelo.

La biotina agisce in modo eccellente sul metabolismo e contribuisce anche alla pelliccia.

L’acido folico, ad esempio, è estremamente importante per il metabolismo delle cellule e per la produzione sufficiente di globuli rossi.

Il magnesio si occupa di una sana funzione nervosa e muscolare e di un metabolismo energetico stabile.

Il selenio partecipa attivamente ai processi di disintossicazione e sostiene la protezione delle cellule.

Le Vitamine B1, B2 E B6 sono essenziali per il metabolismo, per le funzioni nervose e cerebrali e per L’equilibrio mentale.

La vitamina C agisce come un potente antiossidante, che lo predilige per la protezione delle cellule, consente il recupero del ferro dal cibo e massimizza le difese.

La vitamina E assicura una fluidità normale e sana del sangue.

 

ALTRE SOSTANZE IMPORTANTI PER IL CANE NELL’OLIO DI CUMINO NERO

L’olio di cumino nero contiene tutti gli amminoacidi essenziali, con percentuali elevate. Sono i componenti proteici più importanti del corpo. Senza gli amminoacidi essenziali, non sarebbe possibile la sintesi di ormoni, enzimi, proteine e un metabolismo funzionale.

Si trova inoltre nella saponina Melantina, Nell’olio di cumino nero. La sostanza è nota per il suo effetto di secrezione e di purificazione.

Se l’olio di cumino nero è immagazzinato per un lungo periodo, si formano prodotti di Oligocondensazione come Nigelion Semohiorpion. Quest’ultimo farmaco allevia l ‘ asma e, in generale, gli attacchi di tosse convulsivi.

ZONE IN CUI È UTILIZZATO OLIO DI CUMINO NERO PER IL CANE

Dalle descrizioni degli ingredienti e degli effetti Dell’olio di cumino nero si possono desumere alcune zone di utilizzo del prodotto naturale per il cane.

OLIO DI CUMINO NERO PER CANI CONTRO LE ALLERGIE

Come gli esseri umani, i cani possono sviluppare allergie a taluni componenti del cibo (ad esempio glutine), degli acari o del polline. Le conseguenze di tali intolleranze sono, non di rado, un prurito sgradevole, tosse fastidiosa o gravi malattie respiratorie – sintomi causati da reazioni eccessive del sistema immunitario. Con le prostaglandine, l’olio di cumino nero ha gli ingredienti necessari per armonizzare il sistema immunitario, indebolendo così enormemente gli stimoli allergici.

Nota: un sistema immunitario forte assicura che il cane si senta a suo agio.

OLIO DI CUMINO NERO PER IL CANE COME DETERRENTE PER LE ZECCHE E ALTRI PARASSITI

In estate i cani e i cani hanno spesso a che fare con le zecche. Ogni volta che si fa una passeggiata in una zona naturale, si teme che un parassita del genere possa colpire il Quadribondo e morderlo. Come è noto da tempo, il morso di zecche può causare gravi malattie come la Boreliosi, che mette a rischio la vita dei cani. È pertanto opportuno proteggere il naso pelvico dagli insetti. Dopo L’esperimento di Alexander Betz, si sa che L’olio di cumino rende il cane meno vulnerabile. Le zecche, infatti, non apprezzano affatto l’odore acuto dell’olio e se ne allontanano di conseguenza.

Nota: il principio si applica non solo alle zecche, ma anche alle pulci, che spesso molestano anche i Quadripede.

Ma L’olio di cumino nero serve solo a prevenire. Il prodotto non è destinato al trattamento di un morso di zecca o di una infestazione da pulci.

OLIO DI CUMINO NERO PER IL CANE PER LE CRISI EPILETTICHE

Tragicamente, anche i cani possono ammalarsi di epilessia. Esistono quindi sul mercato diversi farmaci antiepilettici, concepiti specificamente per i Quadribondi, che in molti casi riducono i sintomi e la frequenza delle crisi. Come alternativa naturale, l’olio di cumino nero è disponibile per il trattamento del cane. Il Timochinone contenuto nell’olio produce lo stesso effetto di un prodotto “medico scolastico”.

Importante: la somministrazione Dell’olio deve essere discussa con il veterinario in ogni circostanza. Esso fornisce indicazioni sulla dose appropriata, che devono essere logicamente adeguate alle Condizioni del cane. Spesso la combinazione di un prodotto classico con L’olio di cumino nero ha senso.

OLIO DI CUMINO NERO PER IL CANE CONTRO LE MALATTIE ARTRITICHE REUMATICHE

A causa delle sue proprietà antiossidanti, l’olio di cumino nero è utile al cane anche in caso di infiammazione temporanea e cronica. Ad esempio, allevia il dolore nelle malattie reumatiche.

Suggerimento: i cani più vecchi con malattie degenerative muscoloscheletriche beneficiano dell’effetto Dell’olio di cumino nero.

OLIO DI CUMINO NERO PER IL CANE PER IL TRATTAMENTO DI FERITE E FERITE LIEVI

Le lesioni superficiali della pelle guariscono più rapidamente se trattate con olio di cumino nero, anche nei cani. Disinfettare e curare contemporaneamente il prodotto.

OLIO DI CUMINO NERO PER UNA CURA DI BELLEZZA

Anche le dame e gli uomini di cane, che apprezzano il loro aspetto esterno, sono felici di godere dell’olio di cumino usato dall’esterno. In caso di uso regolare, è sufficiente una sola goccia del prodotto per conferire al quadrupede un pelo di seta brillante. Basta mettere la Mini-dose sullo spazzolino del cane e massaggiare il cane come al solito.

STUDI PRECEDENTI SUL CUMINO NERO (OLIO))

I possibili campi di applicazione sono estremamente vari, così come i potenziali effetti. Ma l’olio di cumino nero funziona davvero con il cane? Esistono studi in materia? Entrambe le domande devono essere risolte con un “Jein” ambiguo. Benché siano già stati effettuati numerosi studi sul cumino nero(olio), non vi sono prove certe. Le ragioni principali:

 

  1. a) la maggior parte degli studi precedenti sull’olio di cumino nero sono stati effettuati soltanto in vitro (cioè al di fuori di un organismo vivente) o su ratti e topi. I risultati ottenuti in questo modo sono ovviamente solo parzialmente trasferibili ai cani.
  2. b) per quanto riguarda le allergie e i processi infiammatori, sono disponibili studi sull’olio di cumino nero focalizzato sull’uomo. Anche in questo caso non si può facilmente pensare ai cani. E le ricerche condotte direttamente sui quadrupede pelosi sono state finora ricercate invano.
  3. c) i lavori esistenti sono generalmente di tipo classico e a breve termine, che forniscono poche o nessuna indicazione Sull’efficacia Dell’olio di cumino nero nel cane per un lungo periodo di tempo. Ma di solito e ‘ questo che conta.
  4. d) in alcuni studi sono state testate solo sostanze isolate, incluse nell’olio di cumino nero. Tuttavia, i risultati possono essere presi in considerazione solo isolatamente, in quanto non è affatto chiaro come l’effetto della sostanza in questione si possa esprimere in combinazione con gli altri componenti dell’olio.

 

Tuttavia, vale la pena di esaminare brevemente alcuni degli studi finora effettuati.

GLI ALCALOIDI DEL CUMINO NERO(OLIO) SONO ANTIBATTERICI?

Tale domanda ha potuto essere soddisfatta, ad esempio nello studio “Effect of Black Seed Alkaloids Against some Patogenic Bacteria” di A. S. Ismaeil del 2011.

Un estratto acquoso di cumino nero può proteggere il fegato dal Tetraclorometano?

Anche a questa domanda è stato risposto “sì” in uno studio specifico (A. Jaswal & S. Shukla, Therapeutic efficacy of Nigella sativa Linn). seed extract against CCl4 induced injury in Wistar rats, 2015).

Nota: il Tetraclorometano è una sostanza fortemente dannosa per il fegato e cancerogena.

GLI ESTRATTI DI CUMINO NERO HANNO EFFETTI ANTIOSSIDANTI E PROTETTIVI PER I RENI?

Un’altra Questione che è stata confermata, tra l’altro, nello Studio del Paracetamolo-induced nephrotoxicity neuro-and stress ossidativo in consiglio: the protective role of Nigella sativa” di Canayakin D., Bayir Y., Kilic Baygutalp N., Sezen Karaoglan E., Atmaca H. T., Kocak Ozgeris F. B., Keles M. S. e di Halici Z. dall’Anno 2016.

GLI INGREDIENTI DEL CUMINO NERO INFLUENZANO L’ASMA ALLERGICO E / O LA FEBBRE DA FIENO?

Su questo tema sono stati condotti numerosi studi con priorità diverse e con strutture sperimentali diverse. Tuttavia, tutti indicano che gli ingredienti del cumino nero presentano proprietà antiossidanti che possono ridurre le reazioni allergiche (ad esempio A. M. Alsamarai, M. A. Satar & A. Alobaidi, Evaluation of Therapeutic Efficacy of Nigella sativa (Black Seed) for Treatment of Allergic Rhinitis, 2012).

GLI ESTRATTI DI CUMINO NERO POSSONO DANNEGGIARE IL FEGATO?

Si’, ma solo a dosi molto elevate di cumarina nera sono stati osservati danni degenerativi alle cellule epatiche, ad esempio nello studio “An investigation on LD50 and subacute Hitec toxicity of Nigella sativa seed extracts in mice” di Vahdati – Mashhadian N., Rakhshandeh H e Omidi A. del 2005.

SOMMINISTRAZIONE E DOSAGGIO DELL’OLIO DI CUMINO NERO NEL CANE

I risultati di quest’ultimo studio sono alla base di due aspetti fondamentali relativi all’uso e alla dose Dell’olio di cumino nero nei cani:

 

  1. a) l’olio di cumino nero non deve essere usato per il cane se soffre di malattie epatiche o se riceve regolarmente antidolorifici. Questi ultimi, infatti, devono essere eliminati anche dal fegato. Perche ‘ “anche”?

In breve, il fegato è responsabile della degradazione dei terpeni e dei fenoli presenti in tutti gli oli essenziali. Queste sostanze sono legate all ‘acido glucuronico nell’ organo vitale e quindi espulse dall ‘ organismo. Ovviamente, il fegato ha bisogno di molta forza per affrontare l’importante compito. Non è in grado di applicare questa forza se è già stata sottoposta ad altre sollecitazioni, ad esempio a causa di una malattia o di una degradazione degli antidolorifici.

  1. b) anche i canaletti gravidi dovrebbero astenersi dall’olio di cumino nero. Gli oli essenziali possono infatti favorire l’Abortimento.
  2. c) il dosaggio dell’olio di cumino nero per il cane deve essere attentamente valutato. In caso di dubbio, è sempre preferibile prendere meno invece di più.

 

DOSARE CORRETTAMENTE L’OLIO DI CUMINO NERO NEL CANE

Per quanto riguarda il dosaggio adeguato dell’olio di cumino nero per il cane, le opinioni divergono. In molti punti si propone di somministrare ogni giorno un milligrammo di olio per chilogrammo di peso corporeo del quadruplo per tutti i problemi descritti nelle zone di intervento.

Ad esempio, se pesa 15 kg, il cane riceve 15 milligrammi al giorno di olio di cumino nero. E ‘una semplice fattura, la cui formula e’ memorabile.

Tuttavia, vi sono esperti che sono scettici sulla somministrazione giornaliera dell ‘ olio e che raccomandano invece una breve somministrazione ogni due-tre settimane. Queste persone continuano a consigliare di utilizzare il prodotto solo in caso di allergie e problemi di pelle e pelle.

Alla fine, ogni allevatore di cani deve decidere da solo in che misura vuole fornire il suo tesoro naturale. Tuttavia, se si verificano effetti collaterali come nausea e altri disturbi gastrici o problemi digestivi nel cane, la dose deve essere ridotta.

RELATIVA ALLE FORME DI SOMMINISTRAZIONE DELL’OLIO DI CUMINO NERO

Ci sono diverse opzioni per dare al cane L’olio di cumino nero. Si tratta di differenziare sia L’applicazione esterna che quella interna, sia le diverse varianti all’interno di queste categorie.

 

Uso esterno dell’olio di cumino nero nel cane

Incollato al collo

 

Questo metodo ha senso se si vuole proteggere il cane dalle zecche e da altri parassiti con olio di cumino nero. Dal collo, l’odore si distribuisce bene e uniformemente su tutto il corpo, scoraggiando e tenendo lontano gli insetti.

 

a2) massaggiati con la spazzola

Chi vuole usare L’olio di cumino nero per curare i peli del cane, deve solo versare una goccia sulla spazzola e massaggiarlo accuratamente nel pelo del cane.

  1. b) Uso interno dell’olio di cumino nero nel cane

b1) mescolato in acqua

 

Naturalmente è molto facile versare al cane L’olio di cumino nero nell’acqua. Tuttavia, due cose si oppongono a questa comodità.:

 

Se ci sono più cani in casa, non si sa mai quale quadrupede abbia ingerito tanto Dell’olio, perché gli animali bevono in momenti diversi e nessun detentore si trova sempre accanto al chiodo per esaminare la questione.

L’olio di cumino nero ha un odore molto forte. Ad alcuni cani non piace L’odore e, nel peggiore dei casi, rifiutano l’acqua arricchita.

b2) miscelato nel mangime

 

Questa è la soluzione migliore, perché è la più efficace. Ogni cane in casa ha la sua pappa. In questo modo si può somministrare la dose appropriata a tutti i Quadripedi. Inoltre, l’intenso odore dell’olio finisce nel pasto vero e proprio e quindi non disturba.

CONSERVARE CORRETTAMENTE L’OLIO DI CUMINO NERO PER IL CANE

L’olio di cumino nero deve essere conservato fresco, scuro e ben chiuso, poiché i raggi del sole, il calore e l’ossigeno riducono gli ingredienti.

MINI-EXKURS: NON UTILIZZARE L’OLIO DI CUMINO NERO NEI GATTI

I gatti e gli oli essenziali non vanno d’accordo. Ciò è dovuto alla mancanza di glucuronidazione dei Quadribondi morbidi. A causa della mancanza di un particolare enzima, le Micine non sono in grado di estrarre i terpeni e i fenoli dagli oli essenziali con sufficiente rapidità. Pertanto, nei gatti non si deve usare olio di cumino nero (e altri prodotti con oli essenziali).

USARE SOLO OLIO DI CUMINO NERO DI ALTA QUALITÀ PER IL CANE

E ‘ molto importante dare al cane solo olio di cumino di alta qualità. Il modo migliore per acquistare il 100 per cento di olio naturale Dall’Egitto, idealmente di qualità biologica.

Conclusioni

Da alcuni anni L’olio di cumino nero viene usato anche nei cani. Ciò è dovuto in primo luogo agli ottimi ingredienti del prodotto naturale, tra i quali, oltre alla bassa percentuale di oli essenziali, vi sono numerosi acidi grassi insaturi, Vitamine e minerali preziosi. Tutte queste sostanze sono accompagnate da molteplici effetti positivi, di cui possono beneficiare non solo gli esseri umani, ma anche i cani. Vanno sottolineate le proprietà antiossidanti dell’olio, che aiutano ad esempio contro le allergie e le malattie reumatiche. Inoltre, L’olio di cumino nero viene utilizzato con piacere e successo nel cane per prevenire zecche e pulci. Basta fare attenzione a non dare troppo olio al quadrupede. Allora il cibo naturale sta sicuramente dando molta gioia al cane e al suo detentore!

ESCLUSIONE DELLA RESPONSABILITÀ E INDICAZIONE GENERALE SULLE QUESTIONI MEDICHE

I contenuti qui presentati sono destinati esclusivamente all’informazione neutra e alla formazione generale. Essi non costituiscono una raccomandazione o una candidatura per i metodi diagnostici, i trattamenti o i medicinali descritti o menzionati. Il testo non è esaustivo, né può essere garantito L’attualità, L’esattezza e L’equilibrio delle informazioni fornite. Il testo non sostituisce in alcun caso la consulenza di un medico o di un farmacista e non può essere utilizzato come base per la diagnosi individuale e per L’inizio, la modifica o L’interruzione della terapia. In caso di problemi di salute o di disturbi consulti sempre il medico di fiducia. Noi e i nostri autori non ci assumiamo alcuna responsabilità per gli inconvenienti o i danni derivanti dall’applicazione dell’informazione qui presentata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here